Tag Archives: tabella

Quali sono le potenze di ricarica possibili

26 Mag

A che potenza è possibile ricaricare un’auto elettrica a casa e alle colonnine pubbliche, e quanto tempo occorre per ricaricare tot km ai vari livelli di potenza?

Specchietto di riferimento

Tipo di ricaricaTensioneCorrentePotenza
Presa domestica230V10A2.3 kW
monofase 16A230V16A3.7 kW
monofase 32A230V32A7.4 kW
trifase 16A400V16A11 kW
trifase 32A400V32A22 kW

Tempi di ricarica

Quanto tempo occorre, coi vari tipi di ricarica illustrati nello specchietto, per ricaricare un certo quantitativo di chilometro?

Esiste una formula molto semplice per calcolarlo a mente:

Per ogni kW di potenza si ricarica 1 km in 10 minuti.

Quindi:

  • A 2.3 kW si ricaricano 2.3 km in 10 minuti (13 km in un’ora)
  • A 22 kW si ricaricano 22 km in 10 minuti (120 km in un’ora)

Sono tempi piuttosto lunghi, quindi si tratta di ricariche adatte solo per usi cittadini, non per lunghi viaggi, per i quali si rende invece necessaria la ricarica in corrente continua (DC), che è disponibile in vari tagli da 50 a 350 kW.

Note

L’effettiva potenza a cui si ricarica un’auto non dipende solo dalla colonnina ma anche dall’auto stessa: se si collega a una colonnina da 22 kW un’auto dotata solo di caricabatterie da 3.7 kW, si caricherà a 3.7 kW

Se la colonnina è trifase ma il caricabatterie dell’auto è monofase, la ricarica avverrà in monofase; quindi se la colonnina è da 11 kW (16A), l’auto si ricaricherà a 3.7 kW; se la colonnina è da 22 kW (32A), l’auto si ricaricherà a 7.4 kW.

 

Vedi anche Come calcolare a che potenza si sta caricando l’auto?

Come calcolare a che potenza si sta caricando l’auto?

23 Set

Se per qualche motivo durante una ricarica non è disponibile un indicatore di potenza istantanea assorbita, la si può calcolare osservando per qualche secondo il misuratore di Wh (non chiloWh) sulla colonnina.

  • Osservare il contatore della colonnina
  • Segnarsi il numero iniziale di Wh (non importa se la ricarica è già iniziata da 10 secondi o da un’ora e ventitrè)
  • Contare fino a UNDICI e  segnarsi il numero finale di Wh;
  • Usando la calcolatrice del cellulare usare la formula:
Potenza in watt = (finale-iniziale)*360
Esempio:
  • 134 Wh
dopo 10 secondi:
  • 195 Wh
differenza:
  • 61 Wh
Potenza = 61 * 360 = 21960 —> 22 kW

Senza cellulare (a mente)

Senza cellulare si può fare un po’ più approssimativamente a mente:
Potenza in Kilowatt = (finale-iniziale)*4 / 10
Coi dati di prima:
  • 61*4 = circa 240
  • diviso 10 = 24
Cioè “circa 24 kW”, quindi ovviamente 22 kW, perchè le potenze hanno solo valori fissi possibili:
  • 2.3 kW
  • 3.7 kW
  • 7.4 kW
  • 11 kW
  • 22 kW
  • 43 kW

Più precisamente

Un calcolo un po’ più preciso si può fare se si ha voglia di aspettare un intero minuto (cosa un po’ pallosa… come stare a guardare l’acqua aspettando che bolla). In questo caso la formula sarebbe:
P in Watt = (finale-iniziale)*60
Esempio:
Iniziale: 134 Wh
Finale: 500 Wh
Differenza: 366 Wh
366*60 = 21960 W

Per pigri

Odiate la matematica? Stampatevi questa tabella e incollatela allo sportello, accanto all’etichetta della pressione dei pneumatici:

 

Wh/10sec Wh/min Potenza Ampere
                 6          38 2.3 kW Monofase 10
               10          61 3.7 kW Monofase 16
               20        123 7.4 kW Monofase 32
               31        185 11 kW Trifase 16
               62        370 22 kW Trifase 32
             119        716 43 kW Trifase 62

 

Perchè funzionano queste formule?

Il motivo è semplice: una potenza di 1 kW in un’ora (h=hour), cioè in 3600 secondi, ricarica 1 kWh:

  • 1 kW * 1 h = 1 kWh

Operativo il primo installatore di retrofit elettrico d’Italia: con Newtron la tua auto a benzina diventa elettrica

13 Gen

Con l’entrata in vigore del ‘Decreto Retrofit’, del 1 Dicembre 2015, n. 219 – “Regolamento recante sistema di riqualificazione elettrica destinato ad equipaggiare autovetture M e N1. (15G00232) (GU Serie Generale n.7 del 11-1-2016)” in vigore dal 26 Gennaio 2016, la riqualificazione elettrica è possibile anche in Italia grazie alla tecnologia di Newtron.

http://www.kitnewtron.it/index.php/kit-newtron

I costi non sono ancora noti, però si può provare a fare una stima:

  • Consumi auto 120 Wh/km – Piccola utilitaria
  • Costo batteria 195 E/kWh – Considerando 8000 per la batteria da 41 kWh della ZOE
  • Costo materiali 2000 Euro – Ipotesi per elettronica da 40kW
  • Costo manodopera 2000 Euro – Del tutto inventato…
Autonomia richiesta kWh Batteria necessari Costo batteria Costo totale
50 6 1170 5170
100 12 2340 6340
150 18 3510 7510
200 24 4680 8680
250 30 5850 9850
300 36 7020 11020
350 42 8190 12190
400 48 9360 13360

Per un’auto media (200 Wh/km):

Autonomia richiesta kWh Batteria necessari Costo batteria Costo totale
50 10 1950 5950
100 20 3900 7900
150 30 5850 9850
200 40 7800 11800
250 50 9750 13750
300 60 11700 15700
350 70 13650 17650
400 80 15600 19600

Per una grossa auto (300 Wh/km):

Autonomia richiesta kWh Batteria necessari Costo batteria Costo totale
50 15 2925 6925
100 30 5850 9850
150 45 8775 12775
200 60 11700 15700
250 75 14625 18625
300 90 17550 21550
350 105 20475 24475
400 120 23400 27400

Molto interessante il fatto è che per trasformare la propria vecchia utilitaria a benzina in elettrica da 150 km bastano 7510  euro, quando una piccola utilitaria elettrica nuova come la Citroen CZero ne costa 30.000!

Per comprare una Renault Zoe nuova da 400 km serviranno 33.000 euro contro i 19.600 euro di un retrofit equivalente, mentre l’equivalente di una “vecchia Zoe” da 250 km e 30.000 euro costerebbe 13750 euro.

Sarà meglio che inizino ad abbassare i prezzi delle auto elettriche nuove…