Tag Archives: noleggio

Noleggio scooter elettrici a Roma

2 Ago

Scuter-3D-3-1024x551ScooterLuiss

 

Pare che a settembre partiranno un paio di nuove iniziative di noleggio di scooter elettrici a Roma; l’ultima volta ci aveva provato, pochi anni fa, Ecorental, noleggiando gli scooter Zem Star 45 e Zem Smash 54, ma poi la Zem è uscita dal mercato.

I nuovi servizi saranno “Scuter“, che in realtà noleggerà curiosi tricicli elettrici, e “2hiresharing“, che invece noleggerà scooter tradizionali ed è stato presentato presso l’università LUISS di Roma lo scorso 5 luglio.

Di “Scuter” non si sa ancora niente di niente, il sito per ora è praticamente un guscio vuoto.

Invece “2hiresharing” si annuncia molto promettente:

“Non ci sono costi di abbonamento! Inoltre l’iscrizione è rapida e veloce, senza ricevere o inviare alcun materiale cartaceo”

Non sono riuscito a capire che modelli di scooter noleggeranno, comunque li inviterò al raduno del 18 settembre, così potranno spiegarcelo direttamente loro!

Il sito http://www.everyride.it/ farà da aggregatore per questi ed altri servizi di sharing, elettrico e non, di scooter e di auto.

Già attivo invece il sito http://www.scooternoleggio.com, che noleggia scooter di ogni tipo, anche elettrici; il modello elettrico è questo:

scutum

Lo chiamano “Scutum S02 da 6kWh”  (chilowattORA???), ma a me sembra un “Etropolis Reloaded cargo”, ma potrebbe anche essere la solita faccenda delle varianti multiple su stesso telaio, con gli elettrici succede spesso:

etropolis-reload-2014-01.jpg

Comunque, andiamo a vedere i dettagli di questo Scutum S02; esiste in ben 4 varianti,  a seconda di potenza e autonomia:

  1. 55 km/h, 1.5 kWh di batteria, 30 km di autonomia: 3790,00 E
  2. 80 km/h, 3 kWh, 50 km: 4131,00 E
  3. 80 km/h, 4.5 kWh, 75 km: 4950,00 E
  4. 80 km/h, 6 kWh, 100km: 5500,00 E

 

 

 

 

 

Nuovo showroom mezzi elettrici a Roma: Energeko espone i Birò

3 Mag

Energeko è già presente da qualche anno su Roma con una moltitudine di mezzi elettrici: a listino ha 30 scooter, 6 minicar, un’auto, più varie biciclette, monopattini e quant’altro.

Finora l’unica sede era a Dragona, vicino a Ostia, ma da un paio di mesi ha aperto un nuovo showroom . (non più disponibile)

Lo showroom è interamente dedicato al nuovo Birò della Estrima: se il primissimo modello non era per niente entusiasmante per via delle pesantissime batterie al piombo (130 kg) che lo rendevano lento e goffo, la nuova versione del Birò vanta non solo leggerissime batterie al litio LiFePO4, ma anche l’estraibilità delle stesse, per una più facile ricarica! E senza più bisogno di un martinetto idraulico come succedeva per le batterie al piombo estraibili…

biro-estraibile

biro-estraibile2

Le altre specifiche tecniche restano le stesse: 4 kW di potenza massima, 45 km/h, ma dovrebbero essere nettamente migliorare le prestazioni in accelerazione e in salita, essendoci praticamente un passeggero (e mezzo) in meno a bordo: al posto di 130 kg di batterie può montare anche la minuscola versione “Re-Move” da 26kg/40km, quindi 100 kg in meno da portare in giro. Le batterie al  piombo delle prime versioni, nonostante i 4800 Wh, permettevano a fatica di raggiungere i 40 km di autonomia d’estate, ancora meno d’inverno col freddo.

Birò è anche il mezzo scelto da Buzz4Tours per permettere ai turisti di gironzolare per il centro storico senza preoccuparsi delle zone chiuse al traffico, grazie alla formula di noleggio orario. Ma anche Energeko si sta muovendo in questa direzione: non solo già offre servizi di noleggio a lungo termine di auto elettriche, ma  si accinge anche ad allestire una rete di “noleggiatori elettrici” di scooter in giro per Roma, anche se già da ora è possibile prendere in prova uno scooter per qualche ora prima di decidersi per l’acquisto.

Alcuni esempi di noleggio a lungo termine:

Ma non è tutto: Energeko si occupa anche di vendita di batterie al litio e di conversione di mezzi da piombo a litio, con batterie su misura! E offre anche ricambi e assistenza per mezzi elettrici.

Renault ZOE, l’auto elettrica per tutti ma non per tutti

9 Giu

Sì, questa frase non vuol dire niente…eppure sì. 😉

La ZOE poteva essere davvero l’auto elettrica per tutti: il prezzo più basso sul mercato per un’auto elettrica  (intorno ai 21.o00 euro senza batterie) a 5 posti con 210 km di autonomia teorica, e una linea che la fa sembrare una macchina normale invece che uscita da un film di fantascienza, e invece la Renault è riuscita a rovinare tutto.

Sono stato in un concessionario per ricevere lumi sul mistero delle batterie a noleggio: per quanto tempo dura questo noleggio?? L’ultima volta che l’avevo chiesto a Renault in una fiera, non mi hanno neanche saputo rispondere, invece questa volta sì:

il noleggio delle batterie Renault dura per sempre.

Sì, se per ipotesi l’auto vi dura vent’anni, per 20 anni dovrete pagare dai 100 ai 200 euro al mese, a seconda di quanti chilometri fate all’anno.

Considerando una cifra media di 150 euro, significa 150 x 12 x 20 = 36.000 euro di batterie…

In realtà la cosa è molto più complicata, perchè il prezzo varia anche di anno in anno: se il primo anno sono 100 al mese,il secondo sono 90 e il terzo 80… Ma poi dopo il terzo cosa succede?

Bisogna rinnovare il contratto di noleggio e ricominciare a pagare!!

 

Ok, questa è la fregatura economica, ora vediamo quella tecnica:

Chi sta in condominio non può comprare la ZOE.

No, perchè la ZOE viene fornita con stazione di ricarica, di ben due tipi diversi… nessuno dei quali è per esterni! Deve stare al coperto!!!

Interessante anche che il cavo di ricarica opzionale (??)  costi intorno agli 800,00 euro. E interessante anche che anche la stazione di ricarica di casa deve essere noleggiata: 80 euro al mese, più i 500 una-tantum di installazione.

 

Complimenti alla Renault per le ottime molteplici idee.

 

Comunque, ho prenotato un giorno di prova gratuita per la prossima settimana, così almeno  posso rigirare anche quest’auto come un calzino.

Intanto già so che probabilmente non la potrò ricaricare a casa: a parte che hanno detto che non mi daranno il cavo per la ricarica a casa… ma poi mi hanno anche detto che il caricabatterie assorbe circa 3 kW, quindi o la ricarico di notte o salta tutto!

Purtroppo questo sarà un problema comune anche nelle auto elettriche a venire, che avranno batterie sempre più grosse: infatti, con 3 kW posso caricare solo 3 kWh ogni ora, quindi in una nottata di 8 ore posso caricare al massimo 24kWh, che è il taglio attuale delle batterie delle auto elettriche, e consente un’autonomia di 150-200 km; man mano che le batterie diventeranno più capienti per garantire più percorrenza, ci vorrò ancora più termpo a ricaricarle a casa, se non si aumenterà la potenza dell’impianto.

Però forse a quel punto, quando si arriverà a 50-100 kWh a bordo, converrà usare (se ci saranno) le stazioni di ricarica pubbliche da 42 kW (Gheddafi ne aveva una da 100 kW per la sua 500 elettrica…).