Archivio | test drive RSS feed for this section

Raduno elettrico Romano – sabato 22 settembre 2018 – 16:00-20:00

3 Set

Ecco alcune foto del raduno; sono panoramiche, quindi andrebbero guardate con un cellulare equipaggiato con giroscopio; su facebook è possibile vederle in modo panoramico anche da PC:

pano-crivelli-annotated

link

pano-gardenie-annotated-mini

link

Seguono informazioni postate durante l’organizzazione del raduno.

 


  • Il municipio IV (Tiburtino) offre uno spazio in Piazza Balsamo Crivelli per svolgere un raduno di mezzi elettrici in occasione della Settimana Europea della Mobilità 2018.
  • Il municipio V mette a disposizione Piazzale dell Gardenie
  • Il Municipio VII (Tuscolana/Appia) offre lo spazio di Piazza Sulmona.
  • Il Municipio XII offre lo spazio di Piazza Ettore Rolli (Porta Portese / Testaccio) (solo la mattina)

Oltre ai partecipanti al raduno saranno presenti anche alcuni produttori/venditori di auto elettriche che hanno risposto all’avviso pubblico del municipio IV e che faranno anche provare i loro mezzi; il Municipio IV segnala:

  • Renault
  • Volkswagen
  • ATAC
  • Ecobike
  • Roma Car Sharing

NOTA: per partecipare al raduno come espositori è necessario iscriversi tramite apposito modulo di iscrizione per permettere al Comune di organizzare preventivamente gli spazi.

L’accesso al pubblico è  libero e gratuito.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/2110399395639415/

Stato iscrizioni al 17 settembre:

torta2

Alcune persone vengono con tutta la famiglia elettrica 🙂 e portano 2-3 mezzi, ma nel modulo di iscrizione prima se ne poteva indicare solo uno, quindi dovrebbero essere in tutto una 20ina di auto e 5-6 scooter.

Mappa dei luoghi di incontro, con indicate le colonnine Enel Drive; i cerchi hanno un raggio di 1 km:

mappa4.png

Programma ufficiale del raduno

  • 16:00 Arrivo degli espositori privati in Piazzale delle Gardenie
  • 16:15-17:15 Esposizione e spiegazioni al pubblico
  • 17:15-17:30 Spostamento degli espositori privati a piazza Crivelli.
  • 17:30 Arrivo in Piazza Crivelli, dove si troveranno già allestiti stand Renault, Volkswagen, Ecobike, ATAC, Roma Car Sharing. Possibilità di test drive
  • 17:45-20:00 Esposizione e spiegazioni al pubblico

Il programma  della Settimana Europea della Mobilità 2018 è appena pubblicato, lunedì 10 settembre,  sul sito di Romamobilità:

https://romamobilita.it/it/settimana-europea-mobilita-2018

Materiale informativo di libera distribuzione:

voantino-vert

Brochure stampabile

Diapositiva1.PNGDiapositiva2

Test drive Volkswagen Golf elettrica a Roma, Napoli e padova

12 Ott

e-Roadshow

Sei tappe in tutta Italia ti aspettano per scoprire tutti i vantaggi della guida elettrica e provare in prima persona un nuovo modo di viaggiare. Una flotta di e-Golf e driver professionisti ti faranno vivere un’esperienza coinvolgente e formativa: la guida a bordo della Nuova e-Golf è più potente, più autonoma e più efficiente grazie alle sue tecnologie innovative. Scopri Nuova e-Golf in un’area espositiva interattiva e metti alla prova le tue conoscenze sul mondo delle vetture elettriche.

  • 14·15 ottobre – Roma Centro Commerciale “Porta di Roma”
  • 21·22 ottobre – Napoli – Lungomare Caracciolo
  • 26·29 ottobre – Padova – Fiera auto e moto d’epoca

https://mobilita-alternativa.volkswagen.it/e-roadshow/?tc=oa-eroadshow-phd_programmatic-dbm_prospecting_18_54-native-romahttps://mobilita-alternativa.volkswagen.it/e-roadshow/?tc=oa-eroadshow-phd_programmatic-dbm_prospecting_18_54-native-roma

Ho provato un’astronave elettrica: la Tesla “S”

3 Feb

tesla

Ieri ho avuto l’inaspettata fortuna di ritrovarmi a bordo di un’auto elettrica esagerata, la Tesla “S”: 310 kW (421 cavalli), coppia di 600 Nm costante tra 0 e 5300 giri, da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi, velocità massima 210 km/h.

“Sì, con un’autonomia di 10 km magari!”, si potrebbe pensare.

Macchè.

Con una piccola batteria 🙂 da 85 (ottantacinque) kWh, non c’è molto da preoccuparsi dell’autonomia! Quella dichiarata sul circuito standard europeo NEDC è di 502 (cinquecentodue) chilometri! (480 secondo Tesla, 426 sul circuito EPA). Certo, magari NON percorrendoli tutti a 210 km/h, visto che per mantenere quella velocità costante il motore assorbirebbe 67 kW costanti, quindi l’autonomia sarebbe di un’ora e un quarto, ossia, ovviamente, solo 266 km… che comunque sono quasi il doppio dell’autonomia di una normale citycar attuale, che con una classica batteria da 20 kWh potrebbe percorrere, alla massima velocità di 130 km/h, circa 110 km (il motore a quella velocità assorbirebbe oltre 20 kW), arrivando a 150 su percorso misto.

Andando invece a velocità un po’ più… legali, la Model S assorbe poco meno di 20 kW, grazie al profilo molto più aerodinamico (Cx=0,24) di una citycar, il che con una batteria da 85 kWh significa quasi 4 ore e mezza di autonomia, ossia 570 km a 130 km/h.

Ma quindi se “bastano” 67 kW per andare a 210 all’ora e meno di 20 kW per andare a 130… a cosa servono gli altri 250 kW?

Ad andare da 0 a 100 in 4,4 secondi, ovviamente. 🙂  Non ho avuto il piacere di fare questa prova, visto che pioveva, era notte ed ero proprio nella zona dove c’erano le strade allagate & bucate di cui parlano i TG in questi giorni, quindi ho potuto fare solo una breve prova in un parcheggio… Mi sono quindi limitato a schiacciare l’acceleratore a tavoletta per uno o due secondi… poi mi sono dovuto fermare e andare a recuperare lo stomaco nel bagagliaio. 🙂 LOL!! ‘na cosa folle.

Altra cosa che colpisce di quest’auto è l’enormità: dalle foto non si capisce, la linea sembra quella di una coupè, quindi uno si immagina che dietro ci sia poco spazio, mentre in realtà dietro si sta larghi e comodi; poi uno va a dare un’occhiata alle misure dell’auto e capisce: è lunga 5 metri!

tesla-fiesta

Altra cosa che colpisce è l’enormità di spazio disponibile per i bagagli: essendo le batterie sottili e poste sul pianale di fondo, e il motore piccolo e attaccato alle ruote posteriori, l’enorme muso… è completamente vuoto! Così come il bagagliaio posteriore: 150 litri davanti, 740 dietro senza nemmeno abbassare i sedili… fanno quasi 900 litri di spazio per i bagagli! (1800 abbassando i sedili…). La mia Fiesta non arriva a 300 totali….

E siccome in questa macchina è enorme tutto (batterie, lunghezza, potenza, velocità, spazio bagagli), hanno pensato bene di fare enorme anche lo schermo del computer di bordo, grande quanto un monitor da 20 pollici! 🙂

cruscotto

Anche la ricarica è “enorme”: supporta fino a 120 kW con gli speciali supercharger della Tesla, coi quali si possono quindi ricaricare i 570 km di autonomia in meno di un’ora.

Naturalmente però non si tratta di un’auto per comuni mortali, ma di un’auto extralusso per riccastri: i prezzi partono da 80.000 euro.

Però può anche darsi che tra 20 anni le auto elettriche siano tutte così: 500 km di autonomia, ricarica completa in mezz’ora, 50 km ricarcabili in 5 minuti.